January 30, 2019

December 5, 2017

Please reload

Recent Posts

Intervista a Gary Condes

January 30, 2019

1/5
Please reload

Featured Posts

Abitudini essenziali per gli attori

Queste sono abitudini essenziali che ogni attore deve possedere.

 

 

ESSERE PUNTUALE

Se non sai come arrivare in tempo adesso, impara prima di provare sorte nel “mondo reale” dell’intrattenimento. Nel cinema si spendono circa 30mila dollari ogni 20 minuti. In TV la tariffa è leggermente più piccola. Se siete in ritardo di 10 minuti al lavoro avete sprecato 500 dollari-diventerete persona non grata per il produttore e per tutti quelli che lavorano con lui. Vi urleranno. Se siete in ritardo per un provino, il direttore di casting penserà che sarete anche in ritardo per il lavoro. Se siete in ritardo per il lavoro, tutti urleranno contro il direttore del casting. Capito? 

MAI ESSERE IN RITARDO.

 

 

DOVETE ESSERE IN GRADO DI LAVORARE FINO A TARDI

Nel mondo dello spettacolo non esistono le giornate lavorative di otto ore. In 40 anni avrò avuto 23 giorni di 8 ore. E due di quei giorni sono stati perché’ qualcuno è morto. Se non potete lavorare fino a tardi, non avrete successo in quest’industria.

SI LAVORA FINO A TARDI.

 

 

SVEGLIARSI PRESTO LA MATTINA

Lo so che è bello fare i pigri a letto quando non si deve lavorare, ma questo è un vizio che non potete permettervi. Fatevi all’idea che se volete fare cinema o tv, dovete essere il tipo di persona che può alzarsi alle 5 del mattino. Sempre. Punto. Se lavorate a teatro svegliarsi presto vuol dire alzarsi alle 10am-perché lavorate la sera. Ma, se volete fare parte “dell’industria” alzarvi presto la mattina deve essere un’abitudine di vita. 

SVEGLIATE IL GALLO.

 

DOVETE ESSERE PERSONE GRADEVOLI IN QUESTE CIRCOSTANZE 

Alzarsi presto al mattino e lavorare fino a tardi vuol dire passare (mediamente) metà della vostra vita con i vostri colleghi. Se siete dei r@mpi c@gli@#!-sarete detestati da altre persone che lavorano giornate di 12 ore. Si spargerà la voce. Diventerà difficile trovare lavoro. 

SIATE GENTILI

 

DOVETE AMARE IL LAVORO

Dovete mantenere in vita i vostri “succhi creativi” durante 12 ore. Se non amate questo tipo di lavoro, “esserci” per 12 ore è impossibile. Non dimenticate perché lo fate: AMORE.

 

SIATE PULITI E CURATI

 

Non siete la parte che dovete fare. Persino il tipo che fa il barbone deve usare deodorante. I denti devono essere puliti. L’alito piacevole. Etc. Lo so che sembra pignoleria, ma un collega che letteralmente “puzza” si farà un nome per questo e perderà opportunità a causa di questo. L’ho visto accadere. E per quel che riguarda i casting, in cui bisogna vedere centinaia di persone- beh, questo è il fattore numero uno d’irritabilità. Al di sopra di tutto. ESSERE PULITI E’ IMPORTANTE.

 

NON LAMENTATEVI (ECCETTO PER...)

Gli attori sul set che si lamentano dei camerini, del cibo, del regista, degli altri protagonisti, dei costumisti, della mancanza di lavoro, delle ore, del copione, e di qualsiasi altra cosa- si guadagnano il nome di “piagnucoloni” o c@gli@#ni e di solito non sono tollerati a lungo. E poi, lamentarsi delle circostanze non funziona.

La gente in fondo alla piramide pensa sia “intelligente” lagnarsi di tutto quello che non funziona, si stanno soltanto tagliando le gambe. Non diventate uno di loro o rimarrete in fondo alla scala per molto, molto tempo. Nessuno si affida a chi si lagna. Nessuno, voi inclusi, ama chi si lagna in continuazione. Se volete essere considerati CARINI- NON LAMENTATEVI.

(L’unica eccezione valida è se qualcuno sta abusando di voi o maltrattandovi- in questi casi, lamentatevi alle autorità competenti-spesso e ad alta voce.)

 

NON FATE I PETTEGOLI

 

Fare i pettegoli significa che il lavoro che state facendo non v’interessa- siete cosi annoiati o superficiali che dovete parlare degli altri. Quando sentite dire a qualcuno “Ho lavorato con (nome della persona), ed è un porco” scusatevi e andate da un’altra parte. Non volete essere accanto persone come queste. Il 93,3% dei pettegolezzi sono falsi. Il restante 6,7% probabilmente non sono affari vostri. 

E anche qui, i pettegoli finiscono per essere identificati ed eventualmente non lavorano più.

Parlate di lavoro, di filosofia, del tempo- ma evitate la tentazione di parlare degli altri (a meno che, non sia per parlarne bene). Osservate gli attori che ammirate quando parlano di altri attori. Gli avete mai sentito dite, “E’ un’idiota.” No, sono sempre positivi, lusinghieri- perché’ sanno che la via dei rumori e di andata e di ritorno. Se evitare questo tipo di comportamento fa bene alle celebrità (e la maggior parte si comporta così) che cosa vi impedisce comportarvi allo stesso modo? 

NIENTE PETTEGOLEZZI.

 

 

DROGHE, ALCOL E CAZZEGGIO

Sono sicuro sapete quello che le persone pensano delle persone che preferiscono peccare a lavorare. Vi farete un nome. La gente non lo scorderà. Farete fatica a lavorare. 

DITE “NO, GRAZIE”.

 

GELOSIE E CATTIVI SENTIMENTI

La gelosia è uno dei motivi principali che vi porta a “sbagliare” uno dei comportamenti essenziali di questa lista. La gelosia vi fa scegliere male. Scegliere male vi porta a ottenere cattivi risultati. E la gelosia vi fa incolpare altri dei vostri cattivi risultati. Cominciate a credere che le cose non sono giuste. Cominciate a cercare “motivi” per la vostra mancanza di progresso. Saranno motivi giustificati molto bene, senza dubbio-, ma le scuse di là del nome sono sempre scuse. La gelosia vi porta sulla cattiva strada- è un passo falso sulla scala -non avete sbagliato strada-avete sbagliato paese- FATEVI UNA CARTINA.

Lo stesso vale per i sentimenti “negativi”. Autocommiserazione. Frustrazione. Paura. Ansia. Preoccupazione. Questo è lavoro. “Non si piange nel baseball”. E poi piangersi addosso rallenta il vostro progresso verso il successo.

 

DATE IL VOSTRO PESO IN ORO

 

Quando date regolarmente il 100% della vostra energia al lavoro-, otterrete più lavoro.

E’ una legge di vita.

 

In bocca al lupo,

 

Bob Fraser

attore, scrittore e produttore

(Gennaio 1945 – Luglio 2011)

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Follow Us
Please reload

Search By Tags